Origini del made in Italy

Praticità creativa
Homepage /  Origini made in Italy



“Se vuoi costruire una nave non radunare gli uomini per raccogliere legna, non distribuire compiti, ma insegna loro la nostalgia del mare grande e infinito”.

Antoine De Saint-Exupery

L’elemento che ha reso unico e forse impossibile da copiare il Made in Italy va ricercato nelle sue origini: il prodotto artigianale di qualità è l’effetto della cooperazione competitiva che si è creata all’interno delle botteghe e famiglie italiane nel secondo dopo guerra. La profonda crisi economica e la conseguente spinta generata dalla “fame”, dalla lotta per la sussistenza, misero in moto un meccanismo virtuoso che è alla base del successo planetario di un intero settore. In questo contesto si è materializzata la professione artigiana che in sé racchiude cinque funzioni fondamentali: la ricerca, la progettazione, la creazione, la produzione, la formazione.

Non è difficile pensare alle migliaia di madri di famiglia che per arrotondare il salario del marito, si dotano di una macchina da cucire e dedicano le proprie giornate alla preparazione di parti di abito per i primi marchi e sartorie. Il tutto avviene di fronte ai figli che inevitabilmente “respirano” la professione e la imparano.

Sulla base della profonda conoscenza di questa cultura organizzativa e del contributo che ha dato allo sviluppo delle professionalità del settore abbigliamento del Made in Italy, l’Istituto Secoli ha messo a punto il Cell Design, il modello organizzativo capace di stimolare la stessa cooperazione competitiva delle origini nelle persone che creano, progettano e producono il Made in Italy facendo leva sulla “fame” di ricerca di motivazione.