Secoli Talents for Fashion Graduate Italia 2017

Istituto Secoli parteciperà a Fashion Graduate Italia 2017 dal 5 al 7 novembre.

Secoli Talents for Fashion Graduate Italia 2017

Istituto Secoli parteciperà a Fashion Graduate Italia 2017 dal 5 al 7 novembre.

  • Secoli Talents for Fashion Graduate Italia 2017
  • Secoli Talents for Fashion Graduate Italia 2017
  • Secoli Talents for Fashion Graduate Italia 2017
  • Secoli Talents for Fashion Graduate Italia 2017
  • Secoli Talents for Fashion Graduate Italia 2017
  • Secoli Talents for Fashion Graduate Italia 2017
  • Secoli Talents for Fashion Graduate Italia 2017

Istituto Secoli parteciperà a Fashion Graduate Italia 2017 dal 5 al 7 novembre 2017 con uno stand dedicato nel complesso post-industrale ex-Ansaldo di Milano. Il 7 novembre alle ore 16:00 sfileranno sei designer dell’Istituto Secoli: Antonio Palmiero, Filippo Todisco, Greta Moroni, Irene Incontri, Seungchae Yo e Federica Zaletti. Tre giorni in cui le migliori scuole di moda si aprono alla città per far conoscere le proprie eccellenze e il pubblico potrà partecipare a molte iniziative gratuite in programma.

Antonio Palmiero è un designer italiano nato a Caserta, classe 1995, vive e lavora a Lodi. Palmiero presenta la collezione donna ScarsF/W 2017-18. I capi della capsule, con motivi ricorrenti di crepe e cicatrici, sono la rappresentazione di un dolore interiore. I tessuti scuri sono accostati a gessati, ecopelle rossa, tessuti fantasia e stampati. L’immaginario attinge dal mondo underground e street con forme e volumi che richiamano gli anni ’80. Una collezione pensata per una donna giovane, indipendente e iperfemminile.

Greta Moroni è una giovane designer italiana di 23 anni, classe 1993, nata a Milano. Moroni firma la collezione donna S/S 2018 dal titolo Utopia for a positive world. I capi sono la traduzione di un’utopia realizzabile: è possibile vivere in un posto migliore e diffondere messaggi positivi. La collezione, estremamente versatile, abbraccia una filosofia di vita attenta alla natura e invita a una riflessione profonda sull’inquinamento globale. La palette gioca con i toni del bianco e del nero, con grande ricerca sui materiali e attenzione all’ecosostenibilità: cotone biologico, canapa, lino, e filato newlife prodotto al 100% con bottiglie di plastica riciclate. Infine ricami handmade e scritte all-over arricchiscono le creazioni. La collezione è stata selezionata per la finale della prima edizione dell’International Ecologic Fashion Design Contest, il primo concorso cinese dedicato al rispetto ambientale.

Federica Zaletti è una designer italiana, classe 1995 di Crema. Con Para-Normal veste una donna sofisticata e contemporanea, che ama giocare con trasparenze e sovrapposizioni. I tessuti bianchi, neri e blu creano stratificazioni, sono morbidi e avvolgenti, con una costruzione che dà volutamente la sensazione di capo “indefinito”. L’artista contemporaneo Akihito Takuma è sentito il più vicino al mondo concettuale che la designer vuole esprimere, e alcune delle opere dell’artista giapponese sono state stampate sui tessuti per questa capsule collection. La designer che sì è distinta per aver ricevuto recentemente da ANTIA una borsa di studio.

Filippo Todisco è un designer italiano, classe 1993, nato a Monza, vive a Milano.Todisco presenta Pancitopenia, collezione uomo F/W 2018-19 dal forte impatto, che prende il nome da una malattia rara del sangue. Le sue creazioni vogliono essere un inno alla vita nonostante le avversità. Dolori e malattia non devono essere vissuti come eventi esclusivamente negativi, spesso possono dare alla vita maggiore valore ed esaltarne la forza e la bellezza. I colori predominanti della caspule sono il bianco, il carne, il nero e il rosso. Tra i tessuti selezionati troviamo gabardine di cotone, nappa di pelle, popeline di cotone con lavorazioni a contrasto. I capispalla oversize e asimmetrici sono destrutturati e riassemblati con cuciture a vista, chiara analogia con le cicatrici sul corpo, o trattati con il candeggio.

Seungchae Yu presenta la collezione uomo F/WS 2018-19 New Classical Disco un omaggio alla moda disco degli anni ’70 e ‘80. Il designer coreano propone una collezione con capi comodi e scivolati, e una palette che spazia dai marroni, ai verdi e i rossi. Immancabili nei look gli ampi capispalla con i colletti a punta e i pantaloni a zampa. Outfit dal sapore classico ma ricercato, dove il vintage coesiste con il mood contemporano.

Irene Incontri è una designer italiana, classe 1995, nata a Monza, vive e lavora a Olgiate Molgora (Lecco). La collezione donna S/S 2018 dal titolo Re-Arrange si basa sull’idea concettuale della valorizzazione di crepe e ferite all’interno di una creazione, da cui può rinascere un’idea di bellezza superiore. Principale fonte d’ispirazione è il “Grande Cretto” dell’artista italiano informale Alberto Burri. Opera di Land Art creata a ricordo del terremoto del 1968 che devastò la città siciliana di Gibellina. Bianco, nero, beige con brevi accenti di rosso sono i colori predominanti. Forme asimmetriche, cuciture a vista e trasparenze assieme a tagli laser e tessuti tecnici fanno parte del DNA di questa collezione

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.

Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy.

Clicca qui per modificarla o Clicca qui per chiuderla.